Salute

Il sistema della salute cubano e’ universale, gratuito  ed accessibile a tutti i cittadini , che si manifesta nella rete delle unita’ assistenziali nel territorio sostenute dalla Salute Pubblica medica attraverso dei differenti programmi priorizzati, nel cui centro di interesse si situano,in parti uguali, l’attenzione ai bambini,alle madri, alle mogli, ed agli anziani, cosi’ come la prevenzione ed il controllo delle malattie  trasmissibili e non trasmissibili che possano pregiudicare i Cubani.

La sua azione si basa al modello della medicina familiare e alla garanzia di accessibilita’ ai servizi della  salute in forma universale e gratuita, partendo dai principi e caratteristiche sostenute dalla Salute Pubblica durante piu’ di 50 anni. Offre i nuovi ritrovati della scienza e della técnica che dispone il Paese, senza distinzione di política, razza o religione. Ugualmente si attiene su basi giuridiche. Il Sistema Nazionale di Salute si rige secondo la sua struttura gerarchica amministrativa territoriale. Il Ministero della Salute Pubblica di Cuba ( MINSAP) organismo rettore del Sistema Nazionale della Salute, dispone di una struttura funzionale ed e’ l’incaricato a dirigere, eseguire e controllare la política dello Stato e del Governo relativa alla Salute Pubblica ed allo sviluppo delle Scienze Mediche.

I successi di Cuba nel campo della Salute Pubblica, accumulati negli ultimi 50 anni, si paragonano a quelli raggiunti dai Paesi piu’ sviluppati. Un cammino lungo, lastricato da ostacoli ai suoi inizi, , sfociato nel suo attuale Sistema Nazionale di Salute. La salute pubblica a Cuba ha avuto quattro tappe o momenti trascidentali:

  1. Nella prima tappa della Repubblica la situazione sanitaria fino agli anni 50 fu molto precaria. Gli indici di mortalita’ infantile si stimavano piu’ del 60 per cento nati vivi, pero’ la realta’ superava questo tetro quadro. Le autorita’ destinavano poche risorse ai servizi della Salute. Gli ospedali per la popolazione erano pochi e l’attenzione medica non arrivava a molte localita’ rurali. A partire dalla década del 60 inizio’ un processo di rinnovazione nel settore della salute, senza precedenti nel Paese.
  2. Una seconda tappa nella situazione sanitaria si registra al assumere al potere il Governo Rivoluzionario il primo di Gennaio1959 che  fra le sue priorita’  mise la salute pubblica, compiendo cosi’ il programma del Moncada. Per questo disegno’ e si attuo’ il Sistema Nazionale di Salute nonostante l’esodo dei medici , e la nuova formazione di generazioni di professionali  incaricati di iniziare cosi’ a cambiare il panorama nazionale in materia assistenziale e preventiva. Altro compito fu fomentare l’industria medico-farmaceutica e, piu’ tardi, la biotecnología in funcione della salute.
  3. Un terza tappa si sviluppo’ nella decade dell’80 e si riferi’ nella organizzazione dei servizi di salute per tutti i cubani e la applicazione della medicina comunitaria, la cui massima espressione  e’ il Programma del Medico e dell’ infermiera della famiglia, che permise resistere  all’impatto del blocco económico degli Stati Uniti e la distruzione del campo socialista che si ripercosse críticamente nella econmia cubana e nella gestione del Sistema di Salute nonostante la volonta’ política di sostenere la sua validita’, i suoi successi ed indicatori.
  4.  Un’ultima tappa del perfezionamento del Sistema Nazionale di Salute si defini’ fra l’anno 1996 e l’anno 2000. Questa tappa si caratterizza per la presenza di una solida recuparazione  economica del Paese, per la quale si e’ organizzato e ridisegnarono  le strategie della salute, per la sua costante rinnovazione, la quale permise  mantenere la sua esistenza e sviluppo.

Fra il 1980 e 1985 si fondarono Istituzioni come il Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologia, il Centro Nazionale di Investigazione Sientifica , il Cardiocentro di Chirurgia Infantile William Soler  ( il maggiore del mondo) il Centro di ‘’Immunoensayo ‘’ ed il Centro dei trapianti e rigenerazione del Sistema Nervoso. Fu possiblile creare una attrezzatura di risonanza magnética  con sistema Evalimage per la visualizzazione e analisi termografica di immagini ed il bisturí laser cubano. A Cuba si incomiciarono a realizzare traspianti di rene, fegato, cuore e cuore-polmone, Si effettuarono altresi’ apporti alla medicina come il vaccino contro la meningite meningococica, l’interferone alfa leucocitario umano, la scoperta di una sostanza per la cura della vitiliggine e l’ottenimento del fattore di crescita epidérmica.

Fra i prodotti propri, figurano:

  • Interferon: E’ uno dei solo sei Paesi al mondo che lo produce
  • Fattore di crescimento epidérmico: crema cicatrizante per le Scottature
  • Vaccino contro la epatite B
  • Vaccino contro la antimeningocica tipo B ( único Paese produttore)
  • Estreptoquinasa recombinante, un medicamento d’azione contro l’infarto al miocardio
  • Si elaborarono altresi’ medicamenti contro il trombo-embolismo, problemi del sistema immunitario, ipertensione, colesterolo ed alcune di cancro.
  • Vaccino: Il  ‘’Pentavalente’’: si produce solo a Cuba ed in Francia
  • Citoprot P: medicamento in grado di curare l’ulcera del piede Diabético
  • PPG ( derivato della canna da zucchero) usato per la ‘’hipercolesteronemia’’

Dato l’alto livello raggiunto dall’attenzione della Salute, a Cuba e’ nata una Clinica Internazionale che, insieme ad altre organizzazioni del Ministero della Salute Pubblica , offrono servizi medici specializzati a stranieri interessati a ricevere un’attenzione medica di qualita’.